Curiosità

Val Fontana d’Oro
21 Agosto 2023
La Val Fontana d’Oro è uno dei più antichi tracciati del monte Pasubio: un meraviglioso itinerario che prende vita ai piedi dei maestosi Soji Rossi del Pasubio. La sua storia inizia circa 100 anni fa, quando fu reso praticabile dal Battaglione Aosta durante la Prima guerra mondiale. Fu poi rimaneggiato e ripristinato nel 2017 dal […]

La Val Fontana d’Oro è uno dei più antichi tracciati del monte Pasubio: un meraviglioso itinerario che prende vita ai piedi dei maestosi Soji Rossi del Pasubio.

La sua storia inizia circa 100 anni fa, quando fu reso praticabile dal Battaglione Aosta durante la Prima guerra mondiale. Fu poi rimaneggiato e ripristinato nel 2017 dal Comune di Valli del Pasubio, dopo 9 anni di chiusura a causa di diverse frane lungo la parte sommitale.

Val Fontana d’Oro.

 

DETTAGLI TECNICI E ACCESSO

Durata: 2.30 ore
Dislivello: 800 mt
Difficoltà: EE (escursionista esperto)

Per accedere al sentiero bisogna raggiungere la località Ponte Verde, situata al Passo Pian delle Fugazze. Una volta raggiunta la località si svolta a destra sulla strada che porta a località Passo Xomo.
Circa 200 metri dopo la svolta, si può lasciare l’auto e salire a piedi verso sinistra lungo la strada sterrata. Dopo circa 400 metri di strada sterrata, sulle destra si troveranno le indicazioni delle tabelle CAI di inizio sentiero Val Fontana d’Oro (numero 322).

Segnaletica tabelle CAI.

 

VAL FONTANA D’ORO: ILLUSTRAZIONE DELL’ESCURSIONE

La prima parte del percorso si snoda all’interno di un fitto bosco, che si apre poco a poco verso la meravigliosa valle, larga e aerea, cinta su ambo i lati da imponenti pareti rocciose. Lasciandosi alle spalle il Campanile, si sale una serie di ripidi tornanti per circa un’ora abbondante e si entra in un boschetto. Da qui si può già godere di una vista panoramica sulla soprastante Strada delle 52 Gallerie.

Panorama lungo Val Fontana d’Oro.

 

Da qui si prosegue salendo per il Boale Rosso, la zona che per anni è rimasta impraticabile per via delle frane. Prestate molto attenzione in questa zona, in quanto il terreno presenta un sentiero stretto ed esposto. Ci si addentra nell’ultima salita erbosa che sbuca sulla Strada delle 52 Gallerie, poco prima della galleria nr 41.

 

Sentiero Val Fontana d’Oro.

 

Una volta immessi nella Strada delle 52 Gallerie si hanno due alternative: si possono percorrere le ultime 10 gallerie e arrivare al Rifugio Achille Papa, oppure ci si può recare in cresta per la parte finale del sentiero ferrato delle Cinque Cime.

Rifugio A. Papa.

 

Foto e contenuto a cura di: https://www.visitvallidelpasubio.com/percorsi/escursioni/pasubio/val-fontana-doro/https://www.passisospesi.it/val-fontana-doro/

 

Altre Curiosità

Apertura InfoPoint di Arsiero

Apertura InfoPoint di Arsiero

L'InfoPoint di Arsiero è un punto di riferimento per il turista e per la promozione del territorio dell'Alto Astico e della Val Posina, a cura del Consorzio Pro Loco Alto Astico e Posina. Situato ad Arsiero in Piazza Francesco Rossi, 8, nell'ala ovest del Palazzo del...

leggi tutto
Anelli delle Anguane

Anelli delle Anguane

Gli Anelli delle Anguane costituiscono una rete di sentieri escursionistici e di vie Ferrate situata a San Pietro Valdastico, nell’Alta Valle dell’Astico. Questa località è dominata da una grande parete strapiombante chiamata Sojo di Mezzogiorno, proprio perché...

leggi tutto
Itinerari a Sarcedo tra colli e ville

Itinerari a Sarcedo tra colli e ville

Tra i comuni soci dell'OGD Pedemontana Veneta e colli scopriamo gli itinerari di Sarcedo, un piccolo comune immerso tra colli, bellezze paesaggistiche e culturali. Vediamo insieme i vari percorsi. Il comune di Sarcedo Il nome Sarcedo deriva probabilmente dal latino...

leggi tutto
0
IL TUO CARRELLO
  • No products in the cart.