Curiosità

Itinerario turistico nella Valle dell’Astico
15 Luglio 2023
Itinerario turistico nella Valle dell’Astico La Val d’Astico è una valle delle prealpi vicentine attraversata dal fiume Astico. Ecco un itinerario turistico alla scoperta della Valle dell’Astico, passando per Velo d’Astico, Arsiero, Laghi e Posina. Velo d’Astico Castello di Velo Il Castello di Velo venne costruito nel X secolo per ostacolare le scorrerie degli Ungari. […]

Itinerario turistico nella Valle dell’Astico

La Val d’Astico è una valle delle prealpi vicentine attraversata dal fiume Astico. Ecco un itinerario turistico alla scoperta della Valle dell’Astico, passando per Velo d’Astico, Arsiero, Laghi e Posina.

Velo d’Astico

Castello di Velo

Il Castello di Velo venne costruito nel X secolo per ostacolare le scorrerie degli Ungari. La posizione elevata dell’insediamento serviva per mantenere un contatto visivo con Meda pur rimanendo nascosto a chi non era ancora entrato nella valle.

Velo d’Astico

Venne danneggiato durante le due guerre mondiali: oggi, infatti,  rimangono solamente una parte della torre circolare ed un tratto di mura lungo una decina di metri.

Castello di Meda

Da sempre il Castello di Meda domina la Valle dell’Astico: posizionato a 375 metri sul livello del mare, fu di grande importanza durante la Prima Guerra Mondiale, dato che veniva sfruttato per la postazione di cannoni e mitragliatrici.

Foto di Love Velo d’Astico

Villa Fogazzaro “la Montanina”

“La Montanina” fu fatta costruire nel 1907 dallo scrittore Antonio Fogazzaro, grazie agli aiuti dell’architetto Mario Ceradini, che ne realizzò la progettazione secondo i canoni del Liberty e del Secessionismo viennese. Villa Montanina era la residenza estiva di Antonio Fogazzaro in cui ambientò le vicende di “Leila”.

Foto di notizie.comuni-italiani.it – Villa Fogazzaro “La Montanina”

Villa Velo Lampertico Valmarana Ciscato & Villa Velo Zabeo

Villa Velo Lampertico Valmarana Ciscato risale al Settecento: la villa fu abitata dai conti Velo finché nella prima metà dell’Ottocento. Nel 1980 fu ceduta alla famiglia Ciscato. Oggi la villa è disabitata. Rimane la caratteristica sala a crociera che si apre in un belvedere rivolto ai quattro punti cardinali: sulla pianura vicentina, verso le pendici del Summano, sul Priaforà e verso il Cengio.

Foto di Love Velo d’Astico

Villa Velo Zabeo è una villa di origini cinquecentesche commissionata dai conti Velo, nobile e potente famiglia del luogo, nei pressi di un’antica fortezza medioevale i cui resti sono ancora visibili su di una vicina altura.

Pieve di San Giorgio

La fondazione della Pieve di San Giorgio risale probabilmente all’epoca longobarda. Questa chiesa divenne il centro spirituale del versante destro dell’Alta Valle dell’Astico e del Posina, da semplice cappella di campagna.

Come arrivare a Velo d’Astico:

Arsiero

Contra’ Pria

Contrà Pria si trova ad Arsiero, lungo il percorso ciclabile dell’Alta Valle dell’Astico, ed è raggiungibile sia a piedi che in bicicletta. La prestigiosa location è immersa nella natura, dove il fiume forma alcune anse creando dei piccoli laghetti ideali alla balneazione.

Contrà Pria - Foto di Marco Gnata

Contrà Pria – Foto di Marco Gnata

Il canyon è costeggiato da un bellissimo sentiero. Esso prosegue parallelo al torrente, fino a raggiungere una centrale elettrica con la fine di questo paradiso naturale. Clicca qui per approfondire!

Sentiero delle Fontane

Il Sentiero delle Fontane di Arsiero è un percorso che può essere realizzato in ogni momento dell’anno: parte dalla Piazza F. Rossi con la Fontana delle Rane, passando per il Fontanon, per Via Riva con le sue Fontane dei Capitelli e Via Vigo con l’antica Fontana del Bo’. Nel mese di dicembre le fontane si animano di tanti Presepi curati e realizzati dalla Pro Loco di Arsiero.

Sentiero delle Fontane – Fontana del Bo’

Strada del Trenino

La Strada del Trenino è un itinerario ciclopedonale che percorre il tragitto della ferrovia della “Vaca Mora”, il vecchio treno che partiva da Piovene Rocchette e passava per Velo d’Astico fino ad Arsiero, attraverso la valle. Oggi si presenta come un percorso di 10 km circa adatto per fare una camminata, partendo da Arsiero e arrivando a Piovene Rocchette. Scopri di più!

Strada del Trenino, Arsiero

Come arrivare ad Arsiero:

Laghi

Laghetti

I Laghetti di Laghi sono circondati dal monte Maio (m 1499) a sud ovest, la dorsale del Cimone dei Laghi (m 1480) e il monte Castellone (m 1293) a nord e il monte dei Calgari (m 926) a nord est e sono attualmente costituiti da due modesti bacini di forma allungata secondo l’asse nordovest sudest.

Itinerario turistico nella Valle dell’Astico – I Laghetti di Laghi

Cimitero Austriaco

Posto su un pianoro che guarda la contrada Molini, il cimitero fino al 1928 ospitava le salme di soldati austro-austriaci: nel 1916, durante la Prima Guerra Mondiale, Laghi fu infatti pesantemente colpita da una delle più grandi offensive dell’armata austroungarica. Alla fine della guerra il cimitero fu un po’ alla volta smantellato, ma nel 1994 la Pro Loco di Laghi ha curato il ripristino dell’area.

Cimitero Austriaco di Laghi – Foto di Itinerari Trekking

Cascate della Val Gusella

Una volta passato il cimitero austro-ungarico, superato lo stabilimento di Piscicoltura, si può proseguire a piedi per circa 20 minuti, arrivando davanti alla Cascata della Val Gusella: uno scenografico salto d’acqua immerso nella natura.

Come arrivare a Laghi:

Posina

Laghetto Main

Il Laghetto Main è un laghetto artificiale che rende unica l’area del centro di Posina: gli interventi eseguiti hanno portato alla rivalutazione della sponda destra del piccolo lago attraverso la realizzazione di una passerella e di un’area attrezzata con un chiosco.

Birrificio Due Valli

Il Birrificio Agricolo Due Valli è un birrificio alle pendici del Monte Pasubio, si trova nell’edificio delle vecchie scuole di contrà Ganna, a poca distanza dal centro di Posina. Dal 2015, il Birrificio coltiva le materie prime di orzo e luppolo e, unendole all’acqua di Posina, le trasformano in birre naturali e genuine.

Foto di Birrificio Due Valli

Monumento all’Emigrante

Il sagrato della chiesa di Santa Margherita è eletto a ricordare i molti cittadini emigrati. Al centro di questo spazio, è stata installata la statua bronzea “All’emigrante” donata da Vittorio Ledra, figlio di posenati emigrati in Brasile nel 1800.

Il monumento vuole essere un riconoscimento da parte del paese al sacrificio dei propri cittadini che, nei secoli scorsi, si sono sparsi per il mondo, mantenendo però saldo il legame con le proprie origini.

Come arrivare a Posina:

Per maggiori informazioni clicca qui!

Altre Curiosità

Eventi a Lusiana Conco

Eventi a Lusiana Conco

EVENTI A LUSIANA CONCO La stagione primaverile 2024 si avvicina: scopri il programma completo degli eventi e iniziative a Lusiana Conco!   Eventi a Lusiana Conco: Venerdì 15 Marzo Venerdì 15 Marzo 2024, si terrà, alle ore 20.00, presso la Biblioteca di Lusiana,...

leggi tutto
Chiesa di Santa Maria Assunta di Brancafora a Pedemonte

Chiesa di Santa Maria Assunta di Brancafora a Pedemonte

La Chiesa di Santa Maria Assunta di Brancafora è la Chiesa Parrocchiale del paese di Pedemonte, immerso nella Pedemontana Veneta.   Le origini della Chiesa di Santa Maria Assunta: La tradizione, registrata in una pergamena custodita nell’archivio Trapp, vuole che...

leggi tutto
Sentiero dei Girolimini

Sentiero dei Girolimini

SENTIERO DEI GIROLIMINI E IL MONTE SUMMANO Il Sentiero dei Girolimini sul Monte Summano è un percorso suggestivo sia dal punto di vista paesaggistico che storico, che da Piovene Rocchette porta alla Croce del Monte Summano, nel cuore della Pedemontana Veneta.  ...

leggi tutto
0
IL TUO CARRELLO
  • No products in the cart.