Curiosità

Itinerario lungo l’Astico: Dal Maglio di Calvene a Chiuppano
10 Giugno 2024
Tra i percorsi che esplorano le Bregonze troviamo questo itinerario lungo l’Astico che si snoda nel versante settentrionale delle colline, tra boschi ombrosi di castagno ed il costante salmodiare dell’Astico. L’itinerario lungo l’Astico L’itinerario lungo l’Astico prende avvio nella parte bassa di Calvene, non lontano dal cimitero, nei pressi del ponte sulla Chiavona, vicino a […]

Tra i percorsi che esplorano le Bregonze troviamo questo itinerario lungo l’Astico che si snoda nel versante settentrionale delle colline, tra boschi ombrosi di castagno ed il costante salmodiare dell’Astico.

L’itinerario lungo l’Astico

L’itinerario lungo l’Astico prende avvio nella parte bassa di Calvene, non lontano dal cimitero, nei pressi del ponte sulla Chiavona, vicino a dove sorge lo stabile dell’ex latteria del paese.

Il Maglio

Si imbocca, sotto la provinciale, la stretta via che transita accanto alla vecchi barchessa arcuata di Casa Pasin, La stradicciola, tra rustici murazzi e slarghi a vigneto, in pochi minuti scende all’ultimo abitato che si trova lungo l’Astico
Qui ci si infila nell’ombra del sottopassaggio dove sorgeva un tempo il celebre Maglio di Calvene.
Guardando “el Majo” il porticato, le scure, solide finestre, la scaletta nel sottotetto, hanno un tratto che sa vagamente di medioevo.
Il maglio per battere ferro, che ha dato il nome alla contrada, usava l’acqua dell’Astico ed è una delle strutture più antiche di Calvene, documentata fin dal 1460.

Centrale idroelettrica Maglio di Calvene

 

 

La Roda

Lasciato l’antico edificio, si giunge sul singolare ponte che attraversa l’Astico risalente al 1907, il quale poggia su un’unica, slanciata, campata. Da questo punto dell’itinerario lungo l’Astico si osserva il canale Rosa chiamato “la Roda” con i vecchi lavanderi della contrà.
Dal ponte si prosegue a destra finché si comincia a salire sul breve pianoro dominato da contrada Magàn di cui la piazzetta, serrata tra le case, ha un tratto dimesso, ma guardando gli stabili, le finestre, qualche stemma e le vicine fontane sotto roccia, traspare una patina di nobiltà che rivela l’antichità dell’abitato.
Il nucleo originale della contrada pare sia sceso dal Monte di Calvene, come testimonierebbe il cognome Murari qui frequente.

Ponte di Calvene

 

 

Itinerario lungo l'Astico

Lavatoio di Magàn

 

 

Il panorama dell’itinerario lungo l’Astico

Il nostro itinerario lungo l’Astico riprende a destra della piazzetta, passando su strada sterrata. In basso, vedute su Calvene e, più in alto, su contrada Mortisa di Lugo.
Si attraversa il debole intaglio di Val del Boschetto e quello più profondo e scuro di Val Piovàia. Si esce a ridosso del fienile “del Brisca” dove parte un raccordo (privato all’avvio) che sale a contrada Marola, sulla sommità dei colli.

Itinerario lungo l'Astico

Panorama

 

 

Le valli e le contrade

Da qui il sentiero inizia a scendere verso il solco profondo di Val Morìsa. Ci accompagna costantemente un bosco composto da castagno, robinia, nocciolo e sambuco, immerso nel gorgoglio dell’acqua tra i sassi.
Si esce nella radura di Prà Galante, da qui il sentiero cala con più decisione verso l’Astico per aggirare l’ampio e fresco pendio prativo di Costo Piano con le vecchie stalle, a ricordo del piccolo allevamento bovino che caratterizzava l’economia agricola di Chiuppano.

Si giunge in piano alla vasta schiarita prativa di località Narpollo e all’incrocio con la stradina sterrata proveniente da Chiuppano, e si continua a sinistra e si supera la Val Vaccara su un ponte in cemento, e da qui la strada si allunga in piano con vista sull’Astico e sul parallelo Canale Rosa.

Il Canale Rosa fu iniziato nel 1898 per fornire energia al Cotonificio Rossi di Chiuppano, oggi l’acqua, incanalata a valle di Caltrano, fa funzionare diverse centraline idroelettriche: una a Calvene in località Forsa Russi e Majo e una a Chiuppano in località Rosòla

Canale del fiume Astico

 

 

L’ex Cotonificio Rossi

Alla fine di questo itinerario lungo l’Astico si raggiunge il fresco impluvio di Val Varòle sempre ricco d’acqua e si monta sul pedio di Prà Longo, aprendosi davanti a noi lo scenario dei monti della Val d’Astico, dal Summano, al Priaforà fino al Monte Maggio e ai più vicini Cengio e Paù.
Percorrendo via Astico si snodano a destra gli abitati delle contrade di Caltrano Sandonà e di Tezze, ed in breve si giunge alla sede dell’ex Cotonificio Rossi.
Il complesso fu costruito negli anni 1891-1893 da Gaetano Rossi, figlio di Alessandro ed era uno dei maggiori stabilimenti della provincia dando lavoro nei primi anni del ‘900 fino a 500 operai e rimase in funzione fino a metà anni ’70 del secolo scorso. Siamo ormai arrivati in centro a Chiuppano.

Itinerario lungo l'Astico

Ex Cotonificio Rossi

 

 

Si rientra per lo stesso itinerario.

I dettagli dell’itinerario

Dislivello: 80 m
Durata: 1.20h circa
Dettagli: itinerario non segnalato ma evidente e facile. Qualche tratto è su strada e si consiglia di percorrerlo con la fioritura primaverile o in autunno.

 

Puoi trovare altri itinerari nelle Bregonze disponibili cliccando qui
Scopri curiosità sul nostro territorio cliccando qui

Puoi consultare il sito Bregonze.it o Cuorepedemontana.it

Altre Curiosità

Apertura InfoPoint di Arsiero

Apertura InfoPoint di Arsiero

L'InfoPoint di Arsiero è un punto di riferimento per il turista e per la promozione del territorio dell'Alto Astico e della Val Posina, a cura del Consorzio Pro Loco Alto Astico e Posina. Situato ad Arsiero in Piazza Francesco Rossi, 8, nell'ala ovest del Palazzo del...

leggi tutto
Anelli delle Anguane

Anelli delle Anguane

Gli Anelli delle Anguane costituiscono una rete di sentieri escursionistici e di vie Ferrate situata a San Pietro Valdastico, nell’Alta Valle dell’Astico. Questa località è dominata da una grande parete strapiombante chiamata Sojo di Mezzogiorno, proprio perché...

leggi tutto
Itinerari a Sarcedo tra colli e ville

Itinerari a Sarcedo tra colli e ville

Tra i comuni soci dell'OGD Pedemontana Veneta e colli scopriamo gli itinerari di Sarcedo, un piccolo comune immerso tra colli, bellezze paesaggistiche e culturali. Vediamo insieme i vari percorsi. Il comune di Sarcedo Il nome Sarcedo deriva probabilmente dal latino...

leggi tutto
0
IL TUO CARRELLO
  • No products in the cart.